Mostar

Stari Most collegava la parte est e la parte ovest di Mostar fino al 1993, quando i croati lo distrussero lasciando il fiume Neretva a scorrere solitario e a sancire definitivamente la frattura della Jugoslavia e dei suoi tre monoteismi che con fatica a Mostar avevano convissuto fino a quel momento. A 15 anni di distanza rimangono ancora i segni di quei gesti.